Principe Pignatelli Olio Extravergine d’Oliva 2015

Olio extravergine d’oliva 2015
(Principe Pignatelli, Molise)

Quod far comparem campano, quod triticum appulo, quod oleum venafrano?
Quale farro potrei paragonare con quello campano,
quale frumento con quello pugliese,
quale olio con quello venafrano?
Marco Terenzio Varrone (De re rustica libro 3, 1,2)

La famiglia Pignatelli è un’importante famiglia nobiliare italiana le cui origini longobarde si evincono dalle tre pignate effigiate nello stemma. La presenza dei Pignatelli è testimoniata dal Castello Pignatelli di Monteroduni, che per secoli ha rappresentato il centro della vita economica di Monteroduni, fino a diventare residenza rinascimentale della famiglia.

L’Azienda Agricola Principe Pignatelli di Monteroduni produce e commercializza Olio extravergine d’oliva e conserve alimentari nella storica tenuta (in provincia di Isernia) sin dal 1669, circondata dagli oltre tremila ulivi secolari (coltivati su circa 40 ettari collinari a 200- 250 m.s.l.m). La zona è nota come la Verde Venafro, famosa per l’olivicoltura sin dall’antichità e citata anche dal poeta Orazio per il suo olio.

L’olio si contraddistingue per l’altissima qualità: è estratto a freddo, ottenuto direttamente dalla spremitura delle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici. La bassissima acidità è uno degli aspetti peculiari che esprime l’eccellenza dell’Olio Pignatelli sia come condimento che come conservante di prodotti tipici molisani.

L’Olio Extravergine d’Oliva 2015 è un blend di Peranzana 80% e Leccino 20%.

classicoLa Peranzana è una cultivar di olivo il cui areale di produzione è la zona nord-ovest della provincia di Foggia. Prende il suo nome dalla trasformazione dialettale di Provenzale, perché in origine veniva coltivato nella Provenza; si narra che fu importato dal principe Raimondo de Sangro, discendente dei duchi di Borgogna, ma una volta importato in Italia è diventato una produzione mondiale di origine acquisita pugliese. È caratterizzata da un’acidità molto bassa, che le rende tra le migliori sul mercato e dal gusto molto pulito ed equilibrato. La Peranzana è portata anche a tavola con la famosa concia di olive nere e verdi in salamoia oppure le olive vengono conservate sott’olio o sott’aceto.

Quest’olio si presenta alla vista limpido, abbastanza denso, dal colore verde dorato. Al naso abbastanza intenso e abbastanza fine, con sentori di carciofo e melanzana. Al palato amaro e piccante ben bilanciati, con riconoscimenti di carciofo e mandorla. Finale fine e persistente. Olio ancora in evoluzione. Ideale con tonno o carne rossa.

Valutabile 84/100.

Costo 12,00 euro.

www.oliopignatelli.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...