Mandrarossa Vineyard Tour 2016

Per quest’estate non potevamo mancare al Mandrarossa Vineyard Tour che si è svolto lo scorso fine settimana a Menfi, in provincia di Agrigento. E anche quest’anno non possiamo che apprezzare l’organizzazione impeccabile di questa manifestazione.

0t4a6775Il percorso ha inizio presso la cantina Settesoli (il cui brand Mandrarossa è il fiore all’occhiello), dove sono allestiti i banchi biglietteria e informazioni, e dove tra l’altro è possibile parcheggiare l’auto e prendere la navetta gratuita che conduce nella zona della vendemmia. Noi decidiamo di prendere la navetta, guidata da un socio della cantina, un contadino siciliano cordiale ed espansivo che ci racconta la genesi del termine Mandrarossa: nasce infatti da un ricovero per le pecore che in dialetto siciliano si dice mànnira, situato in una contrada la cui terra ha un particolare colore rosso, da qui mànnira russa, diventato Mandrarossa.

Tra i filari di cabernet sauvignon sono allestite tre postazioni dove gli agronomi raccontano la storia della cantina, dei vigneti coltivati e della vendemmia; inoltre è possibile degustare un ottimo Grillo Costadune e provare l’esperienza della vendemmia. In realtà questa non è una vendemmia vera e propria, ma vengono date delle cassette e delle forbici, affinchè ciascuno possa raccogliere qualche grappolo d’uva per portarselo a casa. Dopodichè si procede a piedi e si raggiunge Casa Mandrarossa, circondata da alberi, dove sono allestiti i vari banchi d’assaggio. Primo fra tutti, per importanza e per dimensione, il banco dei vini circondato da quelli del pane (condito con l’olio extra vergine d’oliva Mandrarossa ed accompagnato con olive e pomodori secchi), della pasta (dove non potevano mancare le busiate alla carrettiera), del formaggio (ricotta di pecora , primo sale, tuma e vastedda del Belice dop), dell’orto (con la caponata e la peperonata), del dolce (sfince) e della frutta (uva, anguria, melone e granita al limone).

Iniziamo quindi la nostra degustazione dei vini scegliendo quelli che ancora non conosciamo, come per esempio la nuova linea Colours, nata quest’anno da vitigni tipicamente siciliani e costituita da tre etichette: lo Zibibbo Igp (100% zibibbo, 12,5 vol, matura per tre mesi sui lieviti, affina 3 mesi in bottiglia) che presenta un colore giallo tenue, sentori intensi di frutta matura e zibibbo, palato delicato; il Perricone Rosè Igt (perricone in purezza, 12,5 vol, affina in bottiglia per 3 mesi) dal colore buccia di cipolla, al naso fruttato con sentori di rosa e fragola, palato persistente e fresco; il Frappato (frappato 100%, 13,5 vol, affina in vasche di cemento e acciaio per 6 – 8 mesi) dal colore rosso granato, odore di frutti rossi e spezie, palato persistente, corposo e rotondo. Naturalmente li degustiamo nella giusta sequenza, ovvero bianchi, rosati, rossi e passiti, non ho menzionato le bollicine perchè non erano in degustazione (ma se ci fossero state le avremmo provate per prime).

bertolino-e-tarantino-1470842179Altro vino interessante è il Vino del Sorriso un Cabernet Sauvignon in purezza prodotto dalle uve di una vendemmia di beneficenza. Durante il Mandrarossa Vineyard Tour 2015 i comici Aldo, Giovanni ed Enrico Bertolino hanno raccolto a mano l’uva insieme a famiglie, enoturisti, buyer e giornalisti, con l’obiettivo di produrre un vino speciale, il cui ricavato è stato devoluto a “Vida a Pititinga”, una onlus che aiuta i bambini del villaggio Pititinga in Brasile. Il Vino del Sorriso presenta un colore rosso intenso, odore fruttato e vinoso, palato rotondo.

Santannella (Fiano 70%, Chenin blanc 30%, 13,5 vol, matura 4-6 mesi in barrique, affina in bottiglia per 4 mesi ) colore giallo paglierino intenso, sentori chiusi, minerali, di sottosuolo, palato persistente, intenso, corposo, deciso. Viognier (viognier in purezza, 13,5 vol, maturazione 3 mesi in serbatoi di acciaio e affinamento 3 mesi in bottiglia) giallo paglierino con riflessi verdolini, odore vegetale di foglia di pomodoro, palato acidulo e fresco. Vigna Lagano (fiano, affina 10 mesi in acciaio) colore giallo paglierino, sentori intensi con note saline, palato fresco. Vigna Cinquanta 2012 (syrah in purezza, affina 8 mesi in barrique e 6 mesi in bottiglia) colore rosso rubino, sentori di marasca, palato morbido e persistente. CaladeiTufi Vendemmia Tardiva Doc (che si ottiene torcendo il peduncolo del grappolo, lasciandolo attaccato alla pianta per il tempo necessario a far concentrare gli zuccheri; prodotto con uve 100% chardonnay; 12,5 vol, matura 6 mesi in serbatoi di acciaio e affina 4 mesi in bottiglia) presenta un colore giallo oro, odore di frutta matura e miele, palato dolce, intenso e corposo.

Naturalmente accompagniamo la degustazione con il cibo che era ottimo. Il percorso continuava fino alla Pineta Molinari situata proprio in riva al mare, di fronte la spiaggia Ciache Bianche, le cui acque cristalline e limpide invitano a farsi un bagno. All’interno della pineta troviamo altri banchi d’assaggio: vino, frutta e sarde (arrostite al momento, condite con ottimo olio evo Mandrarossa e freschissime). Naturalmente tra i banchi d’assaggio erano predisposte delle panche di legno o fatte con balle di fieno, dove ci si poteva sedere, degustare in allegria e fare nuove conoscenze.

Naturalmente il Mandrarossa Vineyard Tour non è solo degustazione, ma anche spettacoli serali come lo spettacolo “Quando ridere fa bene”, tenutosi sabato 27 agosto, con la partecipazione di grandi comici italiani capeggiati da Enrico Bertolino, che dice: “Il vino porta ilarità, convivialità ed allegria; il Vino del sorriso e lo spettacolo “Quando ridere fa bene” sono un’occasione per offrire nuove opportunità anche a chi il vino non può berlo; come la gente del villaggio di Pititinga a cui verrà devoluta parte del ricavato.

Per concludere, il Vineyard Tour è un’occasione unica per scoprire un territorio fantastico, ricco di vigneti e di spiagge assolate e incontaminate. Alla scoperta del territorio si coniuga felicemente la parte enoturistica: attraverso l’antica gastronomia siciliana e soprattutto le numerose etichette del brand Mandrarossa è possibile trascorrere una giornata istruttiva e divertente presso una cantina sociale che garantisce lavoro a centinaia di famiglie, senza mai perdere in qualità e professionalità.

Al prossimo anno!

(fotografie © Mandrarossa)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...