Sedani con crema di ricotta

Una pasta veloce e gustosa con ingredienti poveri come la ricotta, definita il formaggio dei poveri perché sopperiva al fabbisogno nutrizionale dei ceti meno abbienti. Ad attestare le antiche origini della ricotta vi è la citazione di Omero nell’Odissea in cui viene descritta la grotta del ciclope Polifemo, ove questi abitava assieme alle sue pecore, che ogni giorno mungeva, per realizzare formaggi e ricotta. In seguito essa venne dimenticata per essere poi riscoperta dal poverello d’Assisi, ovvero San Francesco, il quale secondo la tradizione cristiana insegnò nuovamente ai pastori laziali a produrre la ricotta.

La ricotta (dal latino recocta, ovvero cotta due volte) è un prodotto caseario, un latticino che si ottiene riscaldando il siero ad una temperatura di 80-90 °C (provocando così la coagulazione delle proteine del siero di latte) e aspettando che la ricotta affiori. Dopodiché viene presa con una schiumaiola e messa negli appositi recipienti perforati. Il metodo tradizionale siciliano, ancora oggi praticato in alcune piccole aziende, talvolta situate in montagna, utilizza la scotta inacidita del giorno prima come catalizzatore: il liquido che rimane dopo la produzione della ricotta viene messo da parte, lasciato inacidire durante la notte e il giorno dopo una piccola quantità di questo liquido viene aggiunta al siero riscaldato per produrre la ricotta.

2016-06-14 22.28.29

Ingredienti per 4 persone
350 gr di pasta tipo sedani
150 gr di ricotta
1 cucchiaio di caciocavallo grattugiato
1 pomodoro secco
una manciata di olive verdi
un pugnetto di capperi
50 gr di mandorle tostate
olio evo
qualche foglia di menta
sale e pepe

Procedimento
Dissalare il pomodoro secco e i capperi. Lessare i sedani in abbondante acqua salata e scolare al dente.Intanto tritare grossolanamente il pomodoro secco, i capperi, le olive e la menta.Unire il trito alla ricotta aggiungendo anche il caciocavallo, un filo d’olio evo, un pizzico di sale e pepe. Amalgamare bene il tutto e aggiungere un mestolo circa d’ acqua di cottura della pasta, per renderla più vellutata e cremosa. Tritare le mandorle tostate e mettere da parte. Scolare i sedani e condire con la crema di ricotta. Fare le porzioni e cospargere con le mandorle tritate.

Vino da abbinare Baaria della cantina Miceli.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. clibi ha detto:

    Cremosa e saporita 🙂

    Mi piace

    1. Uva e Pomodoro ha detto:

      Proprio così! Naturalmente se vuoi provare a farla devi affrettarti, prima che la ricotta vada fuori produzione.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...