Pasta con le sarde

La ricetta di oggi è un “must” della cucina siciliana, un piatto povero ma estremamente gustoso: la pasta con le sarde. In primavera tornano i banchi di sarde e i pescatori intercettano le gigantesche masse di minuscoli pesciolini azzurri catturandoli col cianciolo. E’ un pesce dalle ottime proprietà nutritive, uno dei pilastri della dieta mediterranea, consigliato dai cardiologi per la prevenzione delle cardiopatie e del colesterolo alto.
La sarda è anche protagonista di un proverbio: “Donne e sardine son buone piccoline” e a proposito anche lo scrittore greco Esopo ci ha lasciato una favola che racconta come una sardina, dopo essere stata catturata da un pescatore, lo implora di liberarla perchè ancora piccolina, e di catturarla una volta cresciuta, per avere un maggiore profitto. Il pescatore però non si lascia convincere, rispondendole che è meglio avere un piccolo profitto oggi che una speranza di un grande guadagno domani.

Fotor_14607239087749

Ingredienti per 4 persone

500 gr di sarde
400 gr di passata di pomodoro
350 gr di caserecce Rummo
3 spicchi d’aglio
1/4 di cipolla
uvetta sultanina
1/2 bicchiere di vino bianco
100 gr di pangrattato
pinoli
olio evo
finocchietto selvatico
sale, pepe e zucchero

Procedimento

Sfilettare le sarde e sciacquarle bene. Ammollare l’uvetta con del vino bianco. Tritare finemente due spicchi d’aglio e la cipolla e soffriggere in un’ampia padella con olio evo. Aggiungere le sarde e mescolare in continuazione fino a farle spappolare. Salare, pepare e sfumare col vino con cui avete ammollato l’uvetta, unendo anch’essa.
Aggiungere il finocchietto selvatico e la passata di pomodoro (se troppo densa aggiungere un po’ d’acqua). Mescolare bene e aggiungere un cucchiaio di zucchero. Assaggiare per regolare di sale e pepe. Intanto lessare le caserecce Rummo in abbondante acqua salata. A parte, in un padellino, mettere un filo d’olio evo e lo spicchio d’aglio rimasto e tostare il pangrattato con un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Scolare le caserecce e versare nella padella col condimento, amalgamare bene e impiattare. Spolverare a pioggia il pangrattato ben tostato e servire.

Vino da abbinare Grillo Sicilia IGT 2014 (Feudo Maccari, Noto).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...